Coltivare


Slide-03-Col

Le sue radici permettono il miglioramento della qualità del suolo. Sono molto impiegate in zone franose e soggette a smottamenti. Può essere messa a dimora in qualsiasi tipo di terreno, anche incolto. Non sono indicati terreni paludosi o argillosi non drenanti. Ama una leggera innaffiatura iniziale ed un leggero contributo irriguo durante la vita.

Il CLONE PAULOWNIA SELEZIONATO è una specie nuova creata. NO OGM

Velocità di crescita Altezza Diametro Volume per tronco
Anno 1 4 – 5 mt 8 – 10 cm  
Anno 2 10 – 12 mt 16 – 20 cm  
Anno 3 15 – 20 mt 24 – 30 cm 0,3 mc (min)
Anno 6*   35 – 40 cm 0,5 mc (min)
Anno 9*   45 – 60 cm 0,7 mc (min)

*NB: Le misure a 6 e 9 anni sono rispettate se non vengono effettuati i tagli precedenti.

Dopo ogni taglio triennale la pianta crescerà da 25 a 30 cm di diametro

Terreni idonei:

– Terreni profondi drenanti, min. 2 mt. di terra prima bancata rocciosa o falda acquifera

– Terra mista roccia di piccole dimensioni;

– Terra mista sabbia; mista argilla non superiore al 20%.

Da 20% a 30% trattamento terreno.

– Ph ideale tra 5,5 e 8 unità

Terreni NON idonei:

– Terreni con bancate di roccia o falde acquifere in superficie

– Terreno con argilla superiore al 20%

– Terreni non drenanti con ristagni di acqua

– Terreni confinanti con stagni salmastri

– Terreni con pendenze non accessibili a mezzi meccanici

– Terreni non accessibili a mezzi per taglio e trasporto

– Terreni con impossibilità di irrigazione

Irrigazione (dati riferiti a 1 ettaro):

Le piante devono avere un supporto irriguo di circa 1000 mc/anno, a secondo della tipologia del terreno se più o meno drenante e le zone di coltivazione; apporto idrico calcolato in zone con precipitazioni medie da 400 a 500 mm/anno. E’ necessario un impianto di irrigazione (consigliato a goccia)

Concimazione (dati riferiti a 1 ettaro):

Nel primo anno si possono somministrare concimi azotati 0,250 UF/pianta (150 kg ettaro). Dal secondo anno la dose viene aumentata a 250 kg ettaro (a seconda della tipologia del terreno)

Concimi complessi:

– 1° anno: 1.5 q.li per ettaro

– 2° anno: 2,5 q.li per ettaro

– dal 3° al 10° anno: 3,5 q.li per ettaro

Concimi organici

– 1° anno: 3 ton.

– 2° anno: 4 ton.

– dal 3° al 10° anno: 5 ton.

Si consiglia la collocazione delle piantine con sesto di 4×4 mt, quindi 600 alberi per ettaro. Le piantine se correttamente messe a dimora avranno moria zero (max 1%). Moltissime piantagioni effettuate, moria zero. Alla consegna delle piante da mettere a dimora verranno consegnate 10 piante in più ogni ettaro. Un albero viene piantato a 20 settimane di vita; si raccomanda la posa a dimora nel periodo tra marzo ed agosto nord Italia e da marzo ad ottobre centro / sud Italia, ed isole maggiori, tutto l’anno.

PAULOWNIA-IT srl ha eseguito test sul terreno e sull’ambiente nelle varie regioni d’Italia, istruendo personale tecnico abilitato a seguire il percorso dalla piantagione ai vari tagli.

La coltivazione del CLONE SELEZIONATO PAULOWNIA necessita un primo taglio dell’albero al raggiungimento di 6-8 cm tronco da effettuarsi nel periodo invernale. Questa operazione, detta “taglio tecnico” o riceppatura, permette la crescita e lo sviluppo del tronco con poca ramificazione, facendolo crescere perfettamente dritto per circa 6 mt., favorendo la produzione di legname tipo A, senza venature, senza nodi e senza difetti. Il taglio totale può cominciare dopo 3 anni dal taglio tecnico.

Le piante possono essere tagliate anche ad intervalli di 4 anni producendo tronchi di maggiori dimensioni e reddito superiore.

Questo albero ha un ruolo molto importante nella fornitura di legname, legno per l’industria del mobile, legno combustibile e diversi altri settori. Un attento studio di mercato, ha rilevato un’impennata sul grafico della richiesta di legname in genere nel decennio 2000 – 2010.

E’ quindi, assoluta certezza che nel futuro avremo sempre più bisogno di biomasse e questa è la soluzione per produrle senza intaccare l’esistente patrimonio forestale, salvaguardandone l’inestimabile valore. Ulteriore vantaggio, è che le piantagioni del CLONE SELEZIONATO PAULOWNIA creano un importante reddito, posti di lavoro diretti ed un ampio indotto.