Paulownia


LA STORIA

Storia-Paulownia-01La Paulownia compare in Europa agli inizi del 1800, importato dalla Compagnia Olandese delle Indie Orientali. Prese il nome attuale dalla nobildonna russa Anna Pavlovna, figlia dello Zar Paolo I (1818). Si diffuse a metà del secolo anche in Italia su tutto il territorio per le sue qualità.

E’ un albero dal portamento maestoso e fioriture molto decorative, con foglie cuoriformi, tomentose, e che a fine primavera produce fiori di colore bianco o lilla, profumatissimi, riuniti in grandi corimbi, i frutti autunnali sono capsule ovali, ricoperte da una peluria dorata.

La Paulownia è un albero conosciuto anche sotto il nome di “Albero della Principessa” o “Albero dell’uccello Phoenix, albero di essenza dura con la più veloce crescita  del mondo. Se è coltivato in condizioni corrette, il CLONE SELEZIONATO PAULOWNIA può superare un altezza di 15 metri in 3 anni, ottimo per produrre legname. Almeno 6 specie di Paulownia sono conosciute: P.Elongate, P.Fargesii, P.Fortunei, P.Giabrata, P.Taiwaniania, P.Tormentosa: è anche conosciuta sotto il nome di Kiri; Paulownia è coltivata in Cina da almeno 3000 anni, negli USA dall’anno 1700 e in Giappone dall’anno 1970, quando il legno di Paulownia è  diventato un’ affare per l’export di miliardi  di dollari. Nell’ anno 1972 è cominciato lo studio in laboratorio, per migliorare la qualità della pianta, fino al raggiungimento, nel 2007, di una pianta perfetta per la coltivazione e produzione del legno in tempi molto rapidi, il CLONE SELEZIONATO PAULOWNIA non è un OGM. Sviluppo e ricerca in laboratorio centro sperimentale Europeo Reg. CPVO (Community Plant Variety Office).

PROPRIETA’

Storia-02Conosciuta in industria del legno e del mobile come “l’alluminio di legno’’, il CLONE SELEZIONATO PAULOWNIA è il 30% più leggero di qualsiasi altro tipo di legno paragonabile, di essenza dura. Il Clone Paulownia  è resistente alla torsione (cresce dritto), è resistente alla contrazione (non si spacca) e in genere è resistente alla deformazione, resiste a temperature da  -30 a + 50°C.  Ha un legno bello, pulito e nitido. Non ha nodi, è considerato legno di categoria A.

Con le sue proprietà di granulazione fine il CLONE SELEZIONATO PAULOWNIA  è un albero dal legno eccezionale per travi, produzione mobili d’arredo, compensato, case prefabbricate e semifabbricate, pannelli interni per le costruzioni, legno da cantiere e qualsiasi altro utilizzo. E’ un legno pregiato ed utilizzato per interni di yacht, finiture di alto prestigio (la radice è utilizzata per interni Rolls Royce). Il Clone Paulownia è cresciuto come una fonte di bio-combustibile, un passo importante per risolvere la crisi energetica. L’albero naturale si rigenera con i suoi sistemi esistenti alla radice, guadagnando il nome di “Albero dell’uccello Phoenix’’.

IL FATTORE ECOLOGICO

Storia-03Si può raccogliere ogni 3 anni, senza ripiantarla. Le sue foglie hanno una crescita velocissima ed una capacità enorme di assorbimento del biossido di carbonio e polveri, un ottimo nutrimento per bovini e ovini. Il tronco cresce perfettamente dritto e senza nodi per 6 Metri circa.

La WELL FORESTRY WORLDWIDE – CARBON EMISSIONS ha riconosciuto il CLONE SELEZIONATO PAULOWNIA come miglior assorbitore di anidride carbonica, restituendo ossigeno nell’atmosfera, dichiarandola pianta per il futuro dell’umanità, grazie alle sue proprietà di sviluppo e rigenerazione. Ogni ettaro di piante (circa 600) assorbe in un anno 1200 ton. di biossido di carbonio (pari alle emissioni rilasciate da un’ auto in 100.000 km percorsi).